L’intervista a AL VOX

L’intervista a AL VOX

Best Entertainment Intervista AL VOX

Al Vox, pseudonimo di Alberto Lupia, è un cantautore, attore, regista, polistrumentista e scrittore italiano nato a Genova nel 1992. Dopo svariate esperienze in formazioni punk-rock come i Blind Carnival, nel 2014 dà il via alla sua carriera solista pubblicando il primo album, “Loop”, supportato da una tournée che lo vede al fianco di artisti del calibro di Naim Abid, Pier Gonnella e Francesco Baccini. Nel 2015 partecipa e vince il concorso Oltre il Jukebox con il brano “Il figlio di Epicuro”, release estratta dal disco d’esordio solista. Grazie a Elisa Serrani di Music & Media Press, noi di Bestentertainment siamo riusciti a incontrarlo per un’Intervista, buona lettura…

Ciao Alberto, raccontaci un po di te…. Quando hai iniziato la tua professione?

Fin dall’asilo, e comunque molto precocemente, mi sono avvicinato ad ogni tipo di arte. Inoltre, in famiglia c’è molta arte. E credo proprio che questo abbia, e ne sono felice, contribuito a quello che sono artisticamente parlando.

Parlaci del tuo ultimo EP… Com’è nata l’idea?

Ho sempre posto attenzione sulle situazioni Psico-Sociali e la possibilità di salvezza da un baratro. Questo EP è un attestato storico di salvezza e può sol che dar speranza.

Raccontaci un po’ le tue esperienze televisive e radiofoniche…

Sono stato un po ovunque, in realtà. Ma la cosa bella è poterlo raccontare, sennò non saremmo qui, e vi ringrazio per questo.

Quale genere di musica ami e ascolti?

Ascolto tutti i generi, purché costruiti bene, non ho default. Io stesso non propongo quasi mai un genere predefinito.

Che rapporto hai con i social?

Bello perché li uso con genuinità. E tramite essi ho avuto modo di essere Social veramente non un “Autopupazzo di me stesso”. Come mi vedete, ciò che dico sono.

Al Vox music

Hai degli hobby?

Migliaia. Artigianato, Coltura della terra, faccende domestiche, cinema, la stessa musica, scrivere, leggere, studiare e allenarmi secondo la mia arte marziale: Taekwondo.

Al Vox intervista

Libro o film che consiglieresti?

Consiglio di leggere le Antologie di racconti e poesie di Edgar Allan Poe e Lovecraft e di guardare “Requiem For A Dream”. C’è più collegamento diquanto si immagini.

Al Vox sound

Che sensazioni provi quando ti esibisci?

Ossigeno.

Al Vox

Progetti futuri?

Ehi, quando volete dico solo che sono pronto per decadi e decadi di uscite. Ma tranquilli, saranno belle sorprese…

Al Vox disco

Come sei caratterialmente? Pregi e difetti?

Mi ritengo buono e soprattutto di sostegno a tutti. Ma a volte, mi faccio troppe paranoie. Ma passano!

Quali sono i tuoi modelli di riferimento? Chi è la persona che ti ha sempre sostenuto?

Non posso che nominare i colleghi Bobby Soul, Franca Lai, il mio Maestro Luisenzaltro e Federico Dragogna. Ovviamente scontato immancabile la mitica squadra di Pako Music Records e Music & Media Press.

Dove ti piacerebbe vivere?

Sto bene dove sto adesso mentre scrivo. Voglio solo che il mondo diventi più piacevole.

AL VOX

Contatti:

facebook

instagram


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK