ZANARDI si prende l’Estate!

Michele Zanardi intervista

ZANARDI si prende l’Estate!

Conosciamo meglio Michele Zanardi

Anche per lui sarà un’estate piena di eventi, dove il sapersi adattare rispetto alla situazione sarà senz’altro la chiave di svolta di questa stagione. Si, perchè se da una parte Michele Zanardi è pronto a calcare alcuni illustri palcoscenici del mondo della notte della Lombardia,durante la bella stagione protagonisti saranno anche numerosi eventi dove il vocalist, che ci vuole ricordare essere anche ben altro, sarà al centro di presentazioni, cene animate e altre situazioni ancora dove potrà dimostrare che l’animazione e il divertimento sono qualcosa di serio, che richiede professionalità e grande capacità di adattamento. In questo senso, un mezzo fondamentale per Zanardi per proporsi ulteriormente al grande pubblico saranno proprio delle particolari cene animate, durante le quali il performer non si limita a stimolare la gente a cantare, ma anche a giocare, con un format del tutto inedito ideato proprio dallo stesso artista e che si sta facendo largo in alcune zone della regione. Abbiamo fatto qualche domanda a Michele per conoscere qualcosa di più riguardo il suo percorso.

Michele Zanardi

Michele, prima di tutto cosa ti aspetti da questa stagione?

Sicuramente tanto lavoro e tanto divertimento. Ultimamente ho attraversato un periodo dove ho ascoltato molto me stesso, le mie esigenze artistiche e quindi lavorative, e più che mai sono disposto a dare tutto per questo settore, che non smetterà di essere la mia grande passione oltre che la mia ragione.

Una curiosità però ci sorge spontanea. Sappiamo che sarai impegnato su diversi fronti, per cui ti chiediamo se vorrai dare una determinata priorità ad una tipologia di eventi (come per esempio quelli in discoteca)…

Non esattamente. Negli ultimi tempi ho compreso completamente, nel vero senso della parola, la fortuna di avere la possibilità di operare con continuità in un settore che per definizione non è semplice. Motivo per cui negli anni mi sono sviluppato in tante professioni diverse, come quella del presentatore, tanto per fare un esempio, proprio perchè l’ essere eclettico può rappresentare un mezzo importante per far valere la propria vena artistica. Avendo ottenuto dei riscontri importanti operando in questa direzione, non sono disposto a fare dei passi indietro , ma al contrario accolgo ogni evento come se fosse una grande possibilità di esprimere uno dei tanti aspetti della mia persona, ognuno con il proprio valore. Quindi ben venga ogni tipo di intrattenimento, poichè oguno di questi rappresenta una fortuna unica.

Michele Zanardi vocalist

Quanto è complicato conciliare l’arte del presentare con quella dell’intrattenimento in discoteca?

Non ti nascondo che si tratta di qualcosa di affatto semplice. Non è scontato riuscire a portare avanti le due fasi, poichè la discoteca richiede un approccio che non necessariamente si sposa con il portamento da tenere durante la fase di presentazione, specie se di fronte si ha un pubblico di tutt’altro genere da quello che frequenta i dancefloor. Tuttavia è proprio per questo che un evento da presentare ben riuscito regala altrettante e grandi soddisfazioni.

E invece quando sei sul palco in discoteca come preferisci porti?

Io provengo da una cultura musicale inedita, ovvero quella del rock n’ roll. Si, può suonare strano, ma sono sempre rimasto affascinato dal carisma dei grandi frontman del rock. Ho un passato da cantante, cerco di portare quell’animo e quella tendenza sul palco, con ogni genere musicale ( ovviamente dosandomi rispetto allo stesso ).

Quali saranno le città che ti vedranno all’ opera quest’estate?

Milano, Crema, Pavia, Lodi e Bergamo saranno le principali. Ma sto aspettando ulteriori sorprese, non ci poniamo limiti nè tantomeno confini. Cercheremo di far divertire quanta più gente possibile.

Michele Zanardi intervista

Contatti:


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK