L’intervista a The Horus

TheHorus-Best

L’intervista a The Horus

Con grandissima sopresa oggi pubblichiamo l’intervista fatta a The Horus, un nickname utlizzato su instagram da un bravissimo fotografo, dove potete ammirare le sue bellissime foto. Ha deciso per scelta rimanere nell’anonimato nel mondo della fotografia. Cusriosi di saperne di più, andiamo a fargli qualche domanda…

The-Horus

Ciao come ti chiami… parlaci un po di te…

Ciao, mi presento con uno pseudonimo, The Horus, nome con cui ho deciso di presentarmi al mondo della fotografia. Firenze è la mia città, dove vivo lavoro e fotografo. Fotografo per passione.

The-Horus-model

La Fotografia per te è una passione? Chi te l’ha trasmessa?

Sì la fotografia è per me una grande passione. Ho ricevuto la mia prima macchina fotografica alla Prima
Comunione, e da allora non c’è stato un giorno che non ne possedessi una. I primi passi li ho mossi grazie a mio padre, che si era appassionato prima di me. Ho iniziato come tanti, a fotografare nelle vacanze, nei viaggi, e poi la passione è sbocciata, e il percorso è ancora in essere. Ho frequentato corsi, letto libri, partecipato ad eventi.

The-Horus-modelle

Ho avuto anche la fortuna di incontrare in workshop importanti fotografi, come Douglas Kirkland, Giovanni Gastel, Steve McCurry, Ferdinando Scianna, Gabriele Rigon, e altri fotografi italiani. Tutto questo ha contribuito a farmi crescere come uomo e fotografo. Sono nato nel mondo della fotografia analogica, e sono naturalmente evoluto in quella digitale. La cosa affascinante della fotografia è che è un percorso, senza fine, di continua esplorazione. Di sé stessi e del mondo.

The-Horus-model-in-red

Cosa cerchi di esprimere nelle tue foto?

La fotografia per me è una esigenza espressiva ed esperienziale. Attraverso la creazione di fotografie,
esprimo me stesso. Attraverso la fotografia mi sento vivo, mi sento apprezzato, e ho trovato un modo di
relazionarmi col mondo, mostrando in qualche modo la mia anima. Amo fotografare le donne, e attraverso la mia visione, indagarne il mistero e la bellezza.

The-Horus-best-model

Ogni donna è un universo da esplorare ed omaggiare. Amo la ricerca e la rappresentazione del bello, delle emozioni; amo creare e suggerire delle atmosfere, delle storie. Ogni immagine riuscita, è quella che fa provare qualcosa allo spettatore.
La fotografia deve comunicare, suscitare emozioni e pensieri, deve intrigare.

The-Horus-model-sfondo

Hai dei progetti in cantiere che puoi rivelare?

Le idee e i progetti sono sempre presenti, e numerosi, nella mia mente. Mi piace pensare alla fotografia in termini di progettualità, per articolare un messaggio e produrre delle opere possibilmente originali.
Sono spesso influenzato dalla mia esperienza di vita e cultura, ma anche dalla musica e dal cinema.

The-Horus-color
Ovviamente il tempo è invece il tiranno; vivendo la fotografia come passione, tutto ciò che penso e
progetto deve trovare spazio nella vita quotidiana, fra lavoro e vita privata. Non rivelo nulla, ma se mi seguirete, vedrete cosa riuscirò a portare a termine. Il bello, appunto, è che in fotografia non esiste un punto di arrivo, o una scadenza. Conta il Viaggio.

The-Horus-black

Come sei di carattere?

Abbastanza introverso e riservato; la fotografia è anche un mezzo che mi aiuta ad esprimere e a
relazionarmi con gli altri. Fotografare dà anche modo di far uscire il lato creativo ed emotivo del mio carattere.

The-Horus-sfondo

Cosa ti piace e cosa detesti?

Mi piace la riservatezza, il rispetto e l’onestà. Detesto la superficialità, l’ipocrisia e la mancanza di
sensibilità.

TheHorus-cover

In futuro dove ti piacarebbe vivere?
Sto bene dove sto. Firenze è uno splendido posto dove vivere.

The-Horus-buio

The Horus


Per vedere il Video, clicca nel LINK


Contatti:

instagram

Sito Web


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK


 

Cart
  • No products in the cart.