Tao del giorno 88

Parole

Chiamiamo grande il saggio le cui parole
suonano ambigue.
Evitiamo coloro che difendono la disciplina.
Con il primo, usiamo le parole come vogliamo.
Con i secondi, ci risentiamo per la mancanza
di coscienza.

 

E’ una sfortuna avere bisogno delle parole dei saggi. Per quanto fondamentali all’inizio del nostro cammino spirituale, esse possono causarci problemi perché per essere comprese vanno interpretate.

Non è un caso che i saggi più rispettati siano tutti morti. Essi non sono più liberi di correggere le idee da noi manipolate.

E’ importante trascorrere un pò di tempo con un maestro vivente, qualcuno che possa correggere i nostri errori e imporci la disciplina. Ma l’oggetto di un simile studio non dovrebbe essere la creazione di una nuova ortodossia. Gli insegnamenti sono solo punti di riferimento. La vera esperienza sta nel vivere la propria vita. Allora, persino le parole più sante sono che semplici parole.

Il resto lo troverete nel tao per un anno di Deng Ming Dao

Per leggere gli altri post, clicca nel LINK