Tao del giorno 25

Inutilità

Un vecchio albero nodoso:
troppo fibroso per la sega del taglialegna,
troppo contorto per la squadra del falegname,
sopravvive all’intera foresta.

 

Il taglialegna esulta davanti a tronchi fragranti, forti, dalle venature lisce. Se appaiono difficili da tagliare, troppo contorti per ricavarne assi diritte, troppo maleodoranti per farne armadi, troppo spugnosi per accendervi un fuoco, il taglialegna li ignora.

Sono gli alberi utili ad essere abbattuti. Quelli inutili, sopravvivono.
Lo stesso vale per gli uomini. I forti vengono reclutati. I belli sfruttati. A sopravvivere sono le persone troppo comuni per essere notate: vengono lasciate in pace, e sono salve.

Essere considerati inutili non è dunque motivo di disperazione, bensì un’occasione preziosa: l’occasione di vivere senza subire interferenze e di esprimere la nostra individualità.

Il resto lo troverete nel tao per un anno di Deng Ming Dao

Per leggere gli altri post, clicca nel LINK