Tao del giorno 118

Guida

Adorate con la vostra coscienza,
ricevete grazia con umiltà.
Guidate con consapevolezza,
conducete con modestia.

 

L’altare è uno strumento. Se ci inginocchiamo davanti ad esso confessando di avere sbagliato qualcosa, in realtà è a noi stessi che lo stiamo dicendo. Non esiste alcuna forza esterna che ci ascolta, né punizione divina per la nostra malvagità.

L’altare è un semplice simbolo. Coloro che seguono il Tao lo usano per mettere a fuoco la consapevolezza di se stessi. Quando ci allontaniamo dall’altare, non dovremmo mai perdere la consapevolezza così raggiunta, e non dovremmo approfittare del fatto che l’adorazione è un atto simbolico per comportarci in modo immorale.

Occorre maturità e perspicacia per capire che nessuno può imporci disciplina al di fuori di noi stessi. Le leggi divine sono la nostra maturità e saggezza.

Il resto lo troverete nel tao per un anno di Deng Ming Dao

Per leggere gli altri post, clicca nel LINK