L’intervista a Serena Di Paolo

Serena-Di-Paolo-best

L’intervista a Serena Di Paolo

Eccoci qui in compagnia di Serena Di Paolo professionista nel settore del Make-Up da molti anni, e non solo. Si occupa di trucco teatrale, tv, cinema, moda, spettacolo, “trucco e parrucco” per servizi fotografici, videoclip, trucco correttivo e trucco sposa, camouflage estetico; adoro il bodypainting e gli effetti speciali! Il suo motto è: Passione e Talento! Per non perdere tempo andiamo a farle qualche domanda…

Serena-Di-Paolo-e-Eros

Ciao Serena parlaci un po di te del tuo percorso di studi e quello professionale…

Ciao Best Entertainment, sono molto contenta di essere qui con voi. Mi racconto. Vengo dall’Abruzzo, un paese molto bello sul mare, mi sono trasferita a Rimini per studiare “Costume e Moda”. Dopo la mia laurea ho capito che avrei voluto seguire la mia indole artistica, e ho visto nel Makeup un’ottima strada. E così è stato. Ho frequentato l’Accademia del Cinema per avere una formazione riguardo tutti i tipi di Makeup, dal teatrale al cinematografico, trucco artistico, per la sposa, effetti speciali, la moda, e anche hair stylist. In seguito, mi sono specializzata in ognuno di questi campi facendo corsi di specializzazione con ottimi professionisti, fino ad ottenere il Master per l’insegnamento direttamente dal maestro Stefano Anselmo. Sono stata molto fortunata poiché da subito sono stata catapultata nel mondo del lavoro, quindi ho lavorato per shooting, cataloghi, programmi televisivi, copertine di riviste e personaggi famosi, oltre che a video.

Serena-Di-Paolo-sport

Ho studiato in un periodo in cui la sperimentazione era molto importante; il Makeup era soltanto alla portata dei professionisti, tant’è che ho studiato anche dei libri americani, più specifici, per capire come realizzare determinati effetti di Makeup. Era molto faticoso, ma allo stesso tempo stimolante, e in più era molto dispendioso dato che molti prodotti erano quasi introvabili. In pochi anni tutto il metodo di studio è cambiato, ora le mie allieve hanno accesso ad una miriade di video, tutorial, immagini, mentre noi “vecchia scuola” dovevamo impegnarci ogni giorno per trovare soluzioni. Nonostante ciò, ritengo che queste esperienze siano un valore aggiunto al mio percorso formativo. Infatti nei miei corsi di makeup, base o avanzati cerco sempre di far sperimentare alle allieve soluzioni alternative miscelando prodotti diversi ed incrociando varie tecniche. Negli anni mi sono anche molto appassionata alla ricostruzione delle sopracciglia e amo correggerle con effetti di Trucco Permanente.

Serena-Di-Paolo-concerto

Fai la Makeup artist sul volto ma anche sul corpo?

Sì!!! È una cosa che adoro. C’è stato un momento in cui preparare la modella con il trucco ed i capelli non mi bastava, volevo completamente plasmarla. Qui è tornata utile la mia preparazione sull’abbigliamento, perché un giorno ho chiamato il mio amico e fotografo Nicola De Luigi proponendogli un progetto in cui avrei preparato la modella con un BodyPainting, e così è stato! La modella era bellissima, avevo disegnato sul suo corpo un abito da uomo, e poi l’abbiamo fotografata! È stata la mia prima esperienza, prima di una lunga serie, ma è sicuro che quel primo lavoro resta per me il più bello in assoluto.

Serena-Di-Paolo-glamour

Non ho mai fatto concorsi perché non amo temi imposti, d’altronde sono del segno della vergine, mi piacciono i dettagli, mi godo ogni particolare, amo dipingere vestiti realistici sul corpo, e scelgo con cura le mie modelle. A volte mi è capitato di creare personaggi più “di fantasia”, e molte volte ho utilizzato gli effetti speciali cinematografici per creare ferite e perfino escoriazioni. Inserendo l’arte del dipingere il corpo anche negli shooting di moda, o per eventi, video musicali, ho capito quanto fosse stupendo poter creare tutto da zero. È molto affascinante vedere che le modelle, una volta truccate e nonostante siano in topless, si sentano comunque a proprio agio come se fossero realmente vestite.

Serena-Di-Paolo-cover

Cosa ti diverte di più del tuo lavoro?

Del mio lavoro mi diverte il fatto di lavorare ogni volta con gente nuova, ogni volta un nuovo progetto, un nuovo Team, conoscere tanti professionisti, fotografi e personaggi. Io sono una freelance, lavoro molto con i social, ad esempio con il mio Instagram @serenadipaolo.makeupartist e con il mio sito www.truccare.com, quindi quando squilla il telefono ed è per lavoro è sempre una nuova esperienza. È altamente adrenalinico! Invece, quando lavoro con il privato anziché con le aziende, con i corsi di trucco, di auto trucco o semplicemente truccando una sposa mi ritengo molto fortunata nel poter far sentire bellissima una donna che non è abituata. Il suo sguardo allo specchio mi ripaga di ogni fatica e si crea un’empatia davvero speciale. Credo fermamente che il makeup non debba per forza essere visto come un invasione della propria immagine, anzi, serve per togliere ombre sul viso, per donare colore, forma e luce che in maniera naturale si perdono con il passare del tempo. Molte volte mi capita anche di truccare uomini da donna (top secret).

Serena-Di-Paolo-trucco

Ho truccato Eros Ramazzotti, i ragazzi del Volo, Nina Zilli, Marco Belinelli, Johanna Maggy, Katia Ricciarelli, Filippa Lagerback, Alberto Tomba, Paolo Ruffini, Miriam Leone, Matilde Brandi e molti altri. Ultimamente ho collaborato con la bellissima Gessica Notaro per il progetto “Kintsugi”, che è stato trasmesso nel programma di Barbara D’Urso, ed è stata davvero un’emozione enorme truccarla. Gessica è una persona fantastica, abbiamo arricchito le sue cicatrici con dell’oro per dimostrare che qualcosa che può sembrare rovinato può anzi acquistare ancora più valore, come i famosi vasi giapponesi. In questo periodo sono diventata la Makeup Artist ufficiale di Maurizio Ferrini, con il suo eclettico personaggio La Sig.ra Coriandoli. Devo dire che è stata una bella sfida e mi rende molto felice che ora stia tornando sulla cresta dell’onda , meravigliosa più di prima grazie al Restyling studiato apposta per lei.

Serena-Di-Paolo-fashion

L’esperienza più gratificante fatta finora?

Amo il mio lavoro e moltissime sono state l ‘esperienze gratificanti, sicuramente quelle più gratificanti sono quando mi confronto con realtà meno provinciali ad esempio andando fuori dall’Italia, per dei lavori mi sono confrontata con dei professionisti in Inghilterra nel mondo della moda e delle spettacolo e mi sono accorta che nonostante le diverse realtà eravamo esattamente in sintonia ed il mio Made in Italy è stato apprezzato moltissimo . Quando si da tutto per il proprio lavoro si può solo ottenere dei bei riconoscimenti. Inoltre amo cosi tanto il mio lavoro che trovo una forma di gratificazione ogni volta che apro la mia valigia di trucchi ed inizio a creare.

Serena-Di-Paolo-Makeup-color

Hobby e sport?

Sono molto iperattiva e mi appassiono velocemente a nuovi hobby, come la pittura, il restauro, monili, mi piace cucinare piatti ricchi di colore, anche etnici. Adoro l’estate e l’esotico, per cui mi sono appassionata alle piante per avere un clima esotico anche in casa. Ho bisogno fare sport perché riesco a scaricare la mente sempre troppo piena, “Mens Sana in Corpore Sano”! Mi piace avere una fisicità sportiva, anche con la corsa e lo yoga. Ora sono molto impegnata con gli allenamenti sia con la bici da corsa che con la mountainbike, molto faticosi ma assolutamente stupendi, in mezzo alla natura e con persone fantastiche. Mi sono tesserata quest’anno e ho degli obiettivi decisamente ambiziosi.

Serena-Di-Paolo-makeup

Com’ è Serena caratterialmente?

Caratterialmente? Sono una vera “Artista” per certe cose, quindi vivo nel mio mondo. Allo stesso tempo mi piace condividere momenti in mezzo la natura con amici e famiglia, sento il bisogno di viaggiare e conoscere sempre nuove realtà, nuovi stimoli. Sono un po’ lunatica, ma una persona leale e solare, scherzando dico che essendo abruzzese ci sta che sono un po’, tanto testarda…😊

Serena-Di-Paolo-model

Credi nell’Amore?

Certamente! L’amore fa girare il mondo. Vengo da una famiglia molto unita, e credo sempre nella sfida di costruire qualcosa con qualcuno di importante . Penso sia fondamentale costruire legami forti e sinceri.

Serena-Di-Paolo-sfilate

Sogni nel cassetto?

Un giorno vorrei trasferirmi in un paese tropicale per non vivere più l’inverno. Ne ho anche altri, ma per scaramanzia meglio non dirli.

Serena-Di-Paolo-teatro

Come vivi questo periodo così difficile?

Bella domanda! Come tutti, credo. Certi giorni mi sento molto propositiva e cerco di reinventarmi per poter dare il meglio di me, anche se la situazione non mi permette di lavorare a pieno regime. Altri giorni invece provo una strana sensazione, come di abbandono, perché non posso confrontarmi con la frenesia del mio lavoro e di conseguenza mi sento un po’ persa. Mi chiedo spesso come sarà poi tornare a dare il massimo dopo questa situazione di stallo, ma sono certa che quando torneremo alla normalità ci gusteremo ogni minuto di quello che faremo, perché ci è mancato davvero tanto. Inoltre ho moltissimi nuovi progetti appena ci sarà la possibilità, ne vedrete delle belle!

Serena-Di-Paolo-truccatrice

Da professionista che consiglio daresti alle donne?

Eccolo! Stiamo vivendo un epoca nuova dove tutto quello che non ci piace può essere cambiato, soprattutto a livello fisico, labbra, corpo, naso, forma degli occhi, rughe… non sto qui ad elencare perché sappiamo bene quante trasformazioni in atto ci sono nella realtà e nel mondo social. Io mi occupo di trucco e sono la prima ad accettare il cambiamento di qualcosa che non ci piace, ad alcune clienti consiglio di aggiungere un po’ di acido ialuronico alle labbra in caso di asimmetria, o di cambiare quel naso che è sempre al centro di ogni discorso ed insicurezza. Ma credo che l’estremo cioè vedere ragazze di 20 anni fotocopie delle Kardashian sia il deterioramento dell’individualità, credo sia un rischio molto grande! Fino a poco tempo fa utilizzavamo i vestiti, al massimo i capelli per omologarci a dei fenomeni di costume che influenzavano la cultura di massa.

Serena-Di-Paolo-foto

Ed era facile stancarsi di essere Punk per tornare a vestire altri panni. Ma mi chiedo, cosa succederà a tutte queste nuove Jessiche Rabbit, quando essere una Vamp o una Blogger finirà o cambierà? Troppe protesi al seno, ai glutei, agli addominali, troppe bocche sproporzionate. Tutta questa necessità di esporci ci porterà ad un autocritica estrema della nostra immagine. Comparandoci sempre con qualcuna che è uscita meglio in foto. Io penso che l’equilibrio sia la cosa piu sensata, partire con la palestra, l’alimentazione, il make-up adeguato, una consulente che insegna cosa indossare per valorizzare al meglio le caratteristiche naturali. Quindi alle donne dico: spingetevi assolutamente verso quel cambiamento che vi farà sentire più belle, ma fatelo guardandovi dentro e non solo fuori.

Serena-Di-Paolo-visagista

Se tu potessi viaggiare nel tempo… quale periodo ti piacerebbe visitare e perché?

Sai, mi piacerebbe visitare l’epoca della Dolce Vita, a cavallo tra gli anni ’50 e ’60, con il boom economico, la mondanità, il florido livello culturale per l’Italia, il Cinema. Le luci, i colori, la gioia e l’irresistibile eleganza dell’epoca tra abiti e jet set. Felicità e molte più possibilità. In quel periodo la donna ha conquistato un’eleganza reale, con l’eyeliner e i capelli ondulati, il rossetto e gli abiti scollati, insomma una femminilità vera, formosa.
Ringrazio di cuore Best Entertainment per questo tempo trascorso insieme. A presto.

Serena-Di-Paolo-artista

Serena Di Paolo


Per vedere una sua Videoclip, clicca nel LINK


Contatti:

facebook

instagram

LinkedIn

Sito Web


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK


 

Cart
  • No products in the cart.