L’intervista a MADMATT

L’intervista a MADMATT

Best Entertainment Intervista MADMATT

MADMATT, al secolo Matteo Stefanini Fedele, è un cantautore italiano nato a Milano il 18 Maggio 1997. Unico musicista di famiglia, mostra interesse per il canto fin da giovanissima età, per poi sviluppare la sua passione durante l’adolescenza, imparando a suonare il pianoforte e la chitarra elettrica. La sua musica diventa così un ponte tra realtà e idealismo, offrendo una voce a chi, in questa era digitale, cerca di definire la propria identità tra le sfide, le complessità e le divergenze dell’epoca moderna. Grazie e Elisa Serrani di Music & Media Press noi di Bestentertainment pubblichiamo la sua Intervista, buona lettura…

Ciao MADMATT, raccontaci un po di te. Quando hai iniziato la tua professione?

Non la definirei ancora una professione, ma la più grande passione della mia vita. Sono sempre stato innamorato della musica. Da bambino ascoltavo Queen, Cat Stevens e John Denver a ripetizione. Successivamente, l’adolescenza ha innescato la curiosità verso il grunge e la conseguente passione per ogni ramificazione del rock. Suono la chitarra elettrica da ormai 15 anni e produco dal 2022.

Parlaci del tuo nuovo EP “Generazione XXX”. Com’è nata l’idea?

La mia musica nasce sempre da esperienze vissute personalmente o da osservazioni riguardo ciò che mi circonda. Una canzone può scaturire da un breve momento, persino solo un istante, un’emozione, o una persona conosciuta casualmente, come da un lungo periodo, da mesi e mesi di scrittura. Generazione XXX è un progetto spontaneo e senza costruzioni ideologiche o critiche. È il mondo che vedo io, raccontato dalla mia penna.

Quale genere di musica ami e ascolti?

Da adolescente, ho approcciato la chitarra elettrica perché innamorato di tre opere in particolare: Minutes to Midnight dei Linkin Park, Nevermind dei Nirvana e Appetite for Destruction dei Guns n Roses. Oggi ascolto ogni genere, che mi piaccia o meno. Questo non solo mi tiene aggiornato come appassionato, ma mi completa anche come artista.

Che rapporto hai con i social?

È un rapporto conflittuale. Da una parte vorrei non esistessero, dall’altra ne comprendo il potenziale immenso. Tuttavia, ritengo che purtroppo la nostra generazione ne abusi, utilizzando questi strumenti in modo profondamente errato e nocivo.

Hai degli hobby?

Sono una persona estremamente curiosa. Sono interessato a tutto ciò che non conosco. Sono intrigato da ogni arte, dalla letteratura, alcuni rami della scienza come la biologia, la geologia e l’astronomia. Amo il Giappone e la cultura orientale, sia tradizionale sia pop moderna.

Libro o film che consiglieresti?

La filmografia di Scorsese e dello Studio Ghibli. Per quanto concerne i libri, sono innamorato della poesia italiana, della Divina Commedia e delle opere classiche greche.

Progetti futuri?

Suonare finché ho fiato in corpo e trovare me stesso.

Come sei caratterialmente? Pregi e difetti?

Sono cambiato tanto da quando ero adolescente, mi piace pensare d’aver raggiunto una buona maturità e pazienza, anche se la grinta e la testardaggine sono rimaste. Con le persone a me care, sono una persona estremamente premurosa e generosa. Sono un romantico in bianco e nero in un mondo che satura ogni colore.

Quali sono i tuoi modelli?

Tendo a fare i conti solo con me stesso. Desidero essere una persona più forte mentalmente e fisicamente giorno dopo giorno.

La persona che ti ha sempre sostenuto?

La mia testardaggine.

Dove ti piacerebbe vivere?

È una risposta che sto ancora cercando. Sono innamorato della Toscana, ma è ancora presto per decidere se sarà la mia meta.

Se avessi una bacchetta magica, cosa faresti?

Prolungherei la vita del mio gatto.

MADMATT

Contatto:

Instagram


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK