L’intervista a Giorgia Perego

L’intervista a Giorgia Perego

Best Entertainment Intervista Giorgia Perego

Giorgia Perego è una ragazza giivanissima innamorata della musica. Si avvicina alla musica da piccola cantando le sigle dei vari cartoni animati e le canzoni di Vasco Rossi, Giorgia e Laura Pausini, che ascoltavano i suoi genitori. Quando le chiedevano cosa avrebbe voluto essere da grande, la sua risposta era sempre: “La cantante”. Inizia a studiare seriamente canto perché voleva conoscere meglio il suo strumento e iniziare ad intraprendere una strada più lineare verso il suo obbiettivo, diventando poi cantautrice.

Video

La musica per lei non rappresenta solo un modo per esprimere un’emozione o un pensiero, ma anche la cura contro tutto quello che fa star male. Grazie a Clarissa D’Avena di Red Blue Music, noi di Bestentertainment l’abbiamo incontrata e con piacere pubblichiamo la sua Intervista, buona lettura…

Ciao Giorgia raccontaci un po di te… quando hai iniziato la tua professione?

Ciao a tutti. Ho iniziato a studiare canto 5 anni fa alla Pop Music School di Paolo Meneguzzi dove la prima cosa che ho appreso è stata la tecnica vocale insieme alla mia vocal coach Cristina Valenti. Tre anni fa invece ho deciso anche di iniziare un percorso legato alla scrittura musicale con Simone Tomassini.

Quali sono i tuoi modelli?

I miei artisti di riferimento sono Elodie, Dua Lipa, Olivia Rodrigo e Annalisa. Mi piacciono molto per il loro stile, sound e il contenuto dei loro brani.

Parlaci del tuo ultimo singolo…

Si tratta di un brano che parla del mio rapporto con la musica, che mi permette di fuggire dalla realtà e di creare scenari d’amore immaginari. Il brano è nato in seconda liceo durante il rientro in pullman da una gita scolastica. Mi ricordo che ero dissociata da tutto ciò che mi stava accadendo attorno, perché ero stanca e appesantita dall’ansia, emozione negativa che in quel periodo stava dominando la mia vita. Così con le cuffie alle orecchie ho iniziato a scrivere la prima bozza cercando di descrivere al meglio la sensazione di leggerezza che la musica mi regalava.

Quale genere di musica ami e ascolti?

I generi che mi piace ascoltare maggiormente sono il pop, blues, soul, rap e hip-hop.

Libro o film che consiglieresti?

Sono una grande lettrice quindi ne avrei tanti da consigliare, diciamo che quelli che mi stanno più a cuore sono “E venne chiamata due cuori” di Marlo Morgan, la saga de “L’amica geniale” di Elena Ferrante e “Se i gatti scomparissero dal mondo” di Genki. Mentre il film che mi sentirei di consigliare è “One day”.

Che sensazioni provi quando ti esibisci?

Sensazioni meravigliose, sento come se la mia voce fosse un’ energia positiva che si propagasse nell’aria facendomi sentire invincibile.

Come sei caratterialmente? Pregi e difetti?

I miei difetti sono l’essere perfezionista, testarda e impulsiva mentre i miei pregi sono l’essere empatica, creativa e divertente (almeno questo è quello che la gente dice di me).

Che cosa ti fa arrabbiare? E cosa ti fa innamorare?

Le cose che mi fanno arrabbiare di più sono le ingiustizie in generale e l’ottusità delle persone, mentre le cose che mi fanno innamorare sono i piccoli gesti di galanteria, di educazione e la gente con la mentalità aperta.

Progetti futuri?

I miei progetti futuri saranno in primis quello di pubblicare alcuni miei inediti già realizzati e di partecipare a nuovi contest.

Giorgia Perego

Contatto:

Instagram


Per leggere altre interviste, clicca nel LINK