L’intervista a Eva Rubino

L’intervista a Eva Rubino

INTERVISTA A EVA RUBINO

Eva-Rubino-bianco-e-nero

Ciao Eva, raccontaci un po’ di te: dove sei nata e dove vivi ora? segno zodiacale?

Sono nata e cresciuta a Roma il 9 Maggio del 1994, sotto il segno del toro con ascendente in scorpione (sì, sono tremenda). Ho sempre vissuto a Roma ma per qualche mese, dopo il diploma, mi sono fermata a Londra. Lì lavoravo come ballerina in un locale notturno nel centro della città, esperienza incredibile e, devo dire, molto istruttiva! Sono tornata a Roma dopo soli quattro mesi: il mio foglio rosa stava scadendo e dovevo prendere la patente. Se avessi saputo che avrei finito per spostarmi in metro, sarei rimasta dov’ero a ballare sui cubi, almeno per un po’… In ogni caso sarei rientrata entro settembre, avendo già deciso di studiare Psicologia a Roma.

Eva-Rubino-black-white

Quanto è lunga una tua giornata e cosa fai?

Le mie giornate sono infinite, vivo più o meno tre vite parallele: insegno privatamente Greco e Latino (ho studiato al Liceo Classico e sono laureata con lode in Psicologia); sto prendendo la laurea magistrale e, come già sapete, sono anche una fotomodella glamour. Diciamo che non mi piace annoiarmi!

Eva-Rubino-body

Che rapporto hai con la fotografia e con i social?

Amo la fotografia artistica, a tal punto da aver scelto di farne una professione, professione che ho intrapreso con l’ambizione di posare per le mostre d’arte fotografica.
Io ho sentito davvero un bisogno, una vocazione quando ho deciso di fare questo lavoro. E c’è sempre stata, probabilmente è nata insieme a me. Per questo, il rapporto che ho con la fotografia è di puro amore: è il mezzo attraverso cui esprimo non solo il mio culto del corpo e della bellezza ma anche me stessa e il mio potere artistico. La sensazione che provo quando scatto è potentissima, se non lo faccio per un po’ sento quasi un vuoto. Credo che per un artista non esista niente di più innaturale che soffocare il proprio estro: non la riesce proprio ad ignorare quella forza, la sente dentro che urla per uscire. Insomma, l’artista in gabbia non ci sa proprio stare. Infatti, sono assolutamente determinata a portare avanti parallelamente sia la mia carriera intellettuale che quella artistica. Non potrei rinunciare a nessuna delle due perché per entrambe ho sentito davvero una chiamata, una vocazione e io voglio sempre tutto, non mi è mai piaciuto scegliere. Per quanto riguarda i social, mi sono sempre piaciuti molto e sostengo da anni che, se usati con criterio, forniscono opportunità preziose che spesso vengono date per scontate (prima tra tutte quella di “stalkerare” un ex, mi sembra ovvio 😂🤣😂). Nel mio caso è proprio grazie ad Instagram se ho iniziato a lavorare come fotomodella e sono entrata nel mondo dell’arte che ho sempre amato profondamente. Chiaramente, come in tutte le cose, ci sono anche tanti aspetti negativi, come l’irragionevole demonizzazione della nudità artistica e l’assenza di misure efficaci contro chi invece può davvero rappresentare un pericolo (leoni da tastiera; molestatori o addirittura molestatori “truffatori”, io ho incontrato anche questi). Purtroppo posso testimoniare che le misure impostate per fermarli non funzionano. Io combatto con queste persone quasi ogni giorno e mentre una foto di nudo artistico può essere segnalata, lo stesso non vale per una molestia operata in chat (soprattutto se chi la opera è sufficientemente furbo da usare le parole giuste per non farsi segnalare dall’algoritmo), perché nella segnalazione l’opzione “molestia” non esiste.

Eva-Rubino-dark

Cosa pensi delle cosplayer?

Amo le cosplayer, da adolescente ero anch’io una di loro e lo sono stata per diversi anni. Chiunque abbia partecipato al Romics del 2011 probabilmente ricorda ancora il mio cosplay di Nina Williams (versione Tekken 6) 😂🤣😂!

Eva-Rubino-foto

La parte del tuo corpo che ti piace di più?


Sarò sincera, amo molto il mio corpo e mi piace curarlo. Non dovrebbe mai apparire presuntuoso esprimere l’amore per sé stessi e per il proprio aspetto. Sono sempre stata molto orgogliosa della mia muscolatura: mi piacciono molto i corpi tonici e statuari (e vi assicuro che non si ottengono sacrificando agnelli a Venere, ahahahah, bisogna lavorare sodo per mantenerli). Ma il mio vero punto di forza credo siano gli occhi. Mi piace molto il fatto che cambino radicalmente gradazione d’azzurro in base al meteo o alla luce: dal grigio ghiaccio fino al blu-viola. Ed è proprio per il mio sguardo “intenso e glaciale”, come lo definiscono spesso i fotografi, che sono molto apprezzata nel mio lavoro.

Eva-Rubino-model

Come sei caratterialmente? Pregi e difetti?

Ho un carattere molto forte, non è facile tenermi testa. L’ho detto subito, sono del toro: avete idea di quanto possa essere testarda e ostinata?! E il veleno dello scorpione non va certo a mitigare… Ho una personalità davvero vulcanica. Quindi, da brava “testarda rancorosa”, non dimentico mai niente, mi lego tutto al dito e non mi do pace finché non mi prendo la rivincita o non ottengo ciò che voglio. E’ stancante, sì, direi estenuante, ma alla fine vinco sempre le mie battaglie quindi mi tengo stretto questo mio lato narcisistico. E’ che sono passionale: che sia arrabbiata o euforica, lo manifesto platealmente e quando dico o mi cimento in qualcosa, lo faccio perché ci credo davvero. Per questo difendo la mia posizione in modo così forte, anche aggressivo a volte. Fortunatamente questo mio “lato oscuro” è controbilanciato da tanta solarità e scatta solo quando vengo provocata: se nessuno mi disturba, me ne sto “buona buona” per i fatti i miei e resto la ragazza dolce e solare di sempre. In sintesi, se mi arrabbio divento una belva, è vero, ma sono anche una persona che quando ama o crede in qualcosa dà tantissimo, probabilmente troppo, sia nei rapporti che nel lavoro. Tutto quello che faccio, lo faccio con una dedizione tale che sfocia spesso, forse troppo, in una devozione quasi cieca.

Eva-Rubino-sensual

Pratichi sport, hai degli hobby? Film o libri preferiti che consiglieresti?

In questo momento l’unica attività sportiva che pratico sono i miei cinque minuti quotidiani di squat, se mi sento in vena faccio anche qualche addominale ed esercizi per le braccia ma nella maggior parte dei casi non mi sento in vena… 😂🤣😂! Eppure per dieci anni, fino a poco tempo fa, il mio hobby principale è stato proprio quello di allenarmi, altrimenti non avrei questa forma fisica che, come dicevo prima, non cade dal cielo (per quanto la base possa anche essere buona). Ma il mio hobby “storico” è un altro: sono sempre stata una cinefila, da quando ero molto piccola. Cinefila e amante delle serie televisive “since 1994”, ahahah, le serie “vintage” le ho viste TUTTE. Effettivamente ero una bambina un po’ atipica: ho imparato a leggere con i fumetti di Diabolik e Dilan Dog che “rubavo” alle mie zie; tra i sei e i nove anni avevo già visto pellicole quali “Le verità nascoste”; “A beautiful mind”; “The beach”; “Gangs of New York”; “La mossa del diavolo”; “The Unsaid-Sotto silenzio” (questo, fortunatamente per la mia psiche, l’ho visto a dodici o tredici anni). Potrei andare avanti per ore a citare tutti i film “non adatti ad un pubblico di minori” che guardavo da bambina. Il fatto che a quattro anni fossi già una grande appassionata di Tim Burton (non ho idea di quante volte abbia visto “Batman” e “Batman-il ritorno”) probabilmente resta l’aspetto più sano dei miei hobbies infantili. Quindi gli esiti del mio sviluppo sarebbero potuti essere solo due: crescere deviata, o diventare psicanalista. Fortunatamente si è realizzata la seconda, 😂🤣😂! Ma la mia più grande passione è quella per “Game of Thrones”. Nel mio salotto è appeso il poster di Daenerys nella cornice d’ARGENTO, non so se riesco a rendere il mio livello di ossessione, 😂🤣😂! Ovviamente sono anche in possesso di tutti i libri, ma proprio tutti! Anche quelli che raccontano gli antefatti. Vi consiglio di leggerli, soprattutto se siete fan della serie.

Eva-Rubino-sexy

Che cos’è per te la bellezza? La seduzione?

Io ho una concezione molto seduttiva, erotica se vogliamo, della bellezza. Per cui trovo che abbia un legame molto intimo con la seduzione. Sostanzialmente credo che sia proprio la seduzione a realizzare la bellezza, ad essere ciò che rende un corpo, anche se perfetto, davvero interessante, vivo. Lo sguardo; il linguaggio del corpo; le parole (preferibilmente intelligenti), se saputi sfruttare sono tutti strumenti con un potere seduttivo altissimo. Potere che, se ci pensate, usiamo per trasmettere all’altro qualcosa di noi. Per questo alla base della seduzione, tanto quanto della bellezza, c’è la consapevolezza e la padronanza sia di sé che del proprio corpo. Cosa impossibile se non ci si accetta, se con sé stessi e con quel corpo non si instaura un legame sano. Come dicevo prima, bisogna stare attenti a non confondere una sana “autocelebrazione” con “l’autoesaltazione”, perché la seconda è espressione di un narcisismo che ha superato la soglia, è vero, ma la prima è amore e consapevolezza di sé stessi e non c’è niente di più sano.

Eva-Rubino

Personaggi femminili che ammiri di più?

Dal quadro di Daenerys in salotto probabilmente avete già intuito la mia strana passione per le “Imperatrici guerriere” in preda a manie di grandezza. Ho sempre ammirato molto figure femminili forti, ribelli ma soprattutto indipendenti e libere, a partire dalle quali si è strutturato il mio modello interno di donna. Ricordo che, già da piccolissima, le mie protagoniste Disney preferite sono sempre state quelle create negli anni ‘90, quando è iniziata quella che io definisco “la rivoluzione femminista della Disney” (che parte da Esmeralda e culmina in Elsa). Quando avevo solo cinque anni, telefilm come “Streghe” o “Xena-Principessa guerriera” erano già i miei preferiti, come tutti quelli incentrati sulla forza e l’autodeterminazione dei personaggi femminili. Ed è proprio in queste figure che mi sono sempre identificata, da quando per la prima volta ho pensato “da grande voglio fare la guerriera”. Insomma, non si può cero dire che siano mancati gli indizi precoci riguardo a quello che sarei diventata: una persona che ha sempre combattuto per la sua libertà, per l’indipendenza; che non si è mai lasciata piegare dal giudizio del “volgo”; che si è sempre ribellata davanti a chi pretendeva di dirle chi e cosa dovesse essere.

Eva-Rubuno-lingerie

Maschili?

Il primo personaggio maschile che mi viene in mente è Freddie Mercury, sia come artista che, appunto, come personaggio. Se poi penso al suo sodalizio artistico con Tylor, May e Deacon probabilmente potrei anche svenire. Io credo davvero che l’incontro tra questi artisti sia stato un evento prodigioso, perché quattro menti illuminate non solo sono nate nella stessa generazione ma si sono addirittura incontrate e hanno potuto creare qualcosa di unico e irripetibile, qualcosa che ha fatto davvero la differenza, che, per certi aspetti, ha anche contribuito a cambiato il mondo.

Eva-Rubino-fotomodel

Se avessi una bacchetta magica cosa faresti? Viaggeresti nel tempo, oppure?

Sì, potrei viaggiare nel tempo e sabotare l’uscita dell’ottava stagione di Game of Thrones, la più grande catastrofe nella storia delle serie televisive. Prima però c’è un’altra cosa che farei…Tornerei ad un momento ben preciso della mia vita, per rimediare ad una leggerezza che ho pagato carissima… Ma non posso proprio dirvi di cosa si tratti. Tornata nel presente magari eliminerei le bollette, visto quanto sono aumentate.

Eva-Rubino-intervista

Eva Rubino

Grazie ai Fotografi per aver concesso questi bellissimi scatti:

Markos PH – Pino Amici PH

Contatto:

instagram