Dillo alla Danza: Terza Edizione

Dillo alla Danza: Terza Edizione

Concorso Multi Arte e Convegno Nazionale 
a Terni il 30 Aprile, Madrina dell’Evento:

La Fatina della TV Maria Giovanna Elmi

“Musica e poesia si determinano nel tempo, le arti figurative e l’architettura nello spazio: la danza vive ugualmente nel tempo e nello spazio. Prima di affidare le sue emozioni alla pietra, al suono, l’uomo si serve del suo corpo per organizzare lo spazio e ritmare il tempo” (C. Sachs – “Storia della danza”)

L’associazione Stefano Francia EnjoyArt organizza a Terni il 30 Aprile la quarantesima Giornata Mondiale della Danza con un convegno e il concorso multi arte “DILLO ALLA DANZA”…

Danza

Con il patrocinio del CID UNESCO e del Comune di Terni, l’associazione Stefano Francia EnjoyArt ha deciso di ripartire con l’organizzazione degli eventi, dopo la pausa lunga due anni causata dalla pandemia, da Terni, comune di nascita del Maestro Stefano Francia
.

La ripartenza delle nostre attività coincide con 2 date importanti nel mondo dell’arte – spiega il presidente Fabrizio Silvestri – la Giornata Internazionale della Danza (29 Aprile) e il Cantamaggio della città di Terni…

Due eventi che negli anni precedenti hanno messo l’arte e la tradizione al centro dell’interesse sociale. Per festeggiare entrambi gli eventi abbiamo individuato la data del 30 Aprile. E come località abbiamo scelto Terni, la città natale del maestro Stefano Francia, che della sua ternitudine ha fatto un segno identificativo.

Dillo-alla-danza

In questa terza edizione di Dillo Alla Danza, oltre al concorso multi arte, torniamo con il convegno nazionale dedicato al futuro dell’arte. Mentre nella serata del 30 presso il Teatro Secci si svolge la fase finale del concorso, per i vincitori delle 4 sezioni sono riservati interessanti premi: dallo shooting fotografico ai contratti con agenzie ed etichette discografiche indipendenti.

La storia di un popolo parte dalla tradizione del luogo: in questa edizione al fianco dell’associazione Stefano Francia scende in campo anche Slow Food Terni, l’associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo. Con loro e il folklore ternano del Cantamaggio si riscopriranno i sapori e saperi della terra umbra. Ambasciatrice dell’evento Maria Giovanna Elmi, la rassicurante fatina della tv, mecenate e divulgatrice della cultura italiana.

Nelle precedenti edizioni, svoltesi on line, i protagonisti sono stati i concorrenti delle 4 sezioni che, con i loro elaborati, hanno raccontato la danza attraverso la fotografia, la pittura, la scultura, la musica e la danza stessa. In occasione della Giornata Internazionale della Danza, le migliori composizioni musicali (inedite e cover) sono entrate a far parte della compilation “DILLOALLADANZA”, prodotta dalla Stefano Francia EnjoyArt e dall’etichetta discografica Pomodoro Studio Always e distribuita in tutti i digital store. Le due copertine delle precedenti compilation sono state firmate da artisti che hanno partecipato al concorso.

Danza-arte

Il concorso multi arte “DILLO ALLA DANZA”- continua il presidente Silvestri – è patrocinato dal CID UNESCO e dal comune di Terni in partenariato con gli enti CSAin e Libertas. La nostra mission è divulgare, soprattutto in questo periodo, la bellezza dell’arte nella società, collante che unisce le persone attraverso il suo linguaggio universale. Per noi è importante diffondere il virus dell’arte nella scuola, tra i bambini, i giovani, gli adulti, affinché tutti vi si appassionino…

Con la speranza che tutti un giorno possiamo essere “artigiani” dell’arte, come i direttori artistici scelti per questa edizione: per la danza la professoressa Maria Luisa Bossone, già prima ballerina nei maggiori teatri italiani; per la musica Ciro Vinci, musicoterapeuta e compositore per trasmissioni tv e cinema; per le arti letterarie e visive il maestro Giovannino Montanari, artista internazionale conosciuto come il pittore delle cupole…

Il concorso “DILLO ALLA DANZA” è scrivere un racconto, una poesia, scattare una foto, dipingere una tela, cantare o suonare una canzone per la dea Tersicore.

Esso è suddiviso in 4 sezioni:

1. Sezione Arti letterarie (poesia e racconto breve/narrativa);
2. Sezione Arti visive (scultura, fotografia, disegno);
3. Sezione Musica e Canto (opere originali);
4. Sezione Coreutica.
Ciascuna sezione è divisa in due categorie: under e over 18 anni.
L’organizzazione per questa edizione della rinascita ha messo in palio prestigiosi premi:
• Per la Sezione Letteratura, le opere saranno raccolte in un ebook distribuito sulla webkiosk di Yumpu, come allegato alla rivista TuttoBallo. Shooting fotografico realizzato dalla fotografa Monica Irma Ricci;
• Per la Sezione Arti visive, le opere saranno raccolte in un catalogo on line allegato alla rivista TuttoBallo. Shooting fotografico realizzato dalla fotografa Monica Irma Ricci;
• Per la Sezione Canto, le migliori 10 composizioni entreranno a far parte del terzo volume di “DilloAllaDanza 2022”, distribuito in tutti i digitalstore dalla label Always – Pomodoro Studio. Contratto con l’etichetta indipendente Tilt Music Production. Shooting fotografico realizzato dalla fotografa Monica Irma Ricci.
• Per la Sezione Coreutica, borsa di studio di un mese presso Barcelona Ballet Project WorkShoop di una settimana presso l’International Creative Hub Roma. Shooting fotografico realizzato dalla fotografa Monica Irma Ricci.

L’artista partecipa al concorso, a numero limitato, iscrivendosi sul sito www.dancematick.it e inviando in allegato le proprie opere nel formato richiesto dal regolamento. Inoltre, la documentazione dovrà essere inoltrata in copia a [email protected]
Il Concorso “DILLOALLADANZA” è rivolto a ballerini, artisti, alunni e persone comuni maggiorenni e minorenni che amano esprimere l’amore per la danza attraverso tutte le arti: letteratura, poesia, pittura, fotografia, musica e danza. Le opere devono essere inviate entro il 10/04/2022.
Le premiazioni di “DILLO ALLA DANZA” si terranno il 30 Aprile 2022, presso il Teatro Secci di Terni.

CONVEGNO NAZIONALE “DILLO ALLA DANZA”
Il convegno è un appuntamento del calibro nazionale a cui partecipano illustri personaggi per discutere sul futuro dell’arte in Italia.
L’emergenza pandemica e la crisi in atto stanno dimostrando quanto l’Italia abbia bisogno di nuova valorizzazione a partire dai suoi beni artistici e culturali e dai suoi artisti, troppo spesso dimenticati nei vari piani di ricostruzione oltre che nelle unità operative di pronto intervento; in questa miope visione del futuro manca la concezione di una progettazione condivisa, partecipata ai processi di (ri)costruzione ed è assente l’Arte.
Media Partner SoloMente, diretto da Francesca Meucci, e TuttoBallo, la rivista edita dall’associazione Stefano Francia EnjoyArt e distribuita gratuitamente sulla webkiosk Yumpu.

La nostra rivista Tuttoballo – spiega Fabrizio Silvestri, direttore responsabile – da due anni è una voce indipendente, priva di economia che la sostiene e aperta alla collaborazione di tante professionalità libere di esprimersi su ampie tematiche e produzioni artistiche e culturali; ha sempre inteso proporre, in modo dolce e articolato, formazione oltre che informazione.

Tale formazione ha al centro una serie di quesiti con sottintesi suggerimenti e con la coscienza di una necessità di ripensamento propositivo della posizione e del ruolo degli artisti italiani, del loro lavoro, di quello degli studiosi che analizzano, storicizzano, valorizzano, promuovono e divulgano l’arte a partire da quella nazionale, considerando nella filiera anche l’operatività degli operatori impiegati.