L’intervista al DJ e Producer Mark Storm

Oggi presento un giovane DJ, Marco Brunelli, alias Mark Storm classe 2003, con una grande passione per la musica in generale. Il suo amore indiscusso è per la musica Techno. Mark Storm è uno dei più giovani dj italiani e produttori attivi nel mondo del clubbing, e della discografia. Ha iniziato la sua carriera nel 2013, per divertimento, ma alla data attuale, sembra essere uno dei produttori di DJ più giovani e attivi del momento. Mark Storm, il più giovane dj produttore di tutti i tempi, presente su Hit Mania, una delle compilation più vendute in Italia, e recentemente aggiunto su “EURODANCE”, con i suoi 15 anni, sta segnando veramente un bel percorso discografico, appoggiato da molti artisti del mondo della dance music, di fama mondiale… Il giovane Mark Storm, gia uscito in diverse testate giornalistiche, è stato segnalato anche da Gianfranco Bortolotti. Nel dicembre 2017, in una rivista mondiale nella TOP DJ per clubbing, con artisti del calibro di:
Martin Garrix, Marnik, Ralf, Joe T Vannelli, Merk & Kremont, Daddy Groove, Massive Attak, John Anthony, Vinai, Albertino, Baldelli, e molti altri… Nel mondo della musica Techno, è stato paragonato per il suo stile, ad artisti come: Amelie Lens, Adam Bayer, Nina Kraviz, ed altri. Sempre nel 2017, viene nominato come A & R della “EUROBEAT” a Londra, terra della storia musicale con la Ministry Of Sound.

Ciao Mark, pur giovanissimo sei già molto noto… raccontaci un po di te… chi ti ha trasmesso questa passione?

Ciao, grazie mille innanzitutto, per questa intervista, sono veramente onorato di ciò, e un ciao a tutti coloro che seguono e leggono “BestEntertainment”.  😉
Mi chiamo Marco Brunelli, alias Mark Storm, classe 2003, sono di Perugia esattamente di Casa Del Diavolo, ahahah😂, so che suona strano, ma esiste questo paese, sono un ragazzo semplicissimo, ma con una passione fuori del normale per la musica, e per tutto ciò che la circonda.💿
Sono un dj e producer iscritto SIAE, da circa 4 anni, ho la fortuna di produrre per una casa discografica importantissima come Hit Mania, e per case discografiche come: Walkman Records, UrbanLife Records, Smilax Publishing, ho presentato delle mia produzioni anche a spinnin’ records, revealed recordings, insomma mi do da fare dai, ci metto tutta la volontà e la passione che ho, alle volte sacrificando anche la mia adolescenza e le amicizie, per passare ore e ore in studio, ma tutto ciò mi piace, e mi da belle soddisfazioni.
La passione per la musica, mi è stata trasmessa da mio padre, anche lui fino a 5 anni fa era un dj; infatti tutto è successo in una delle sue serate in Calabria, e mi disse ” Caro Marco, questa è la mia ultima serata, tutto ciò che verrà da oggi in poi lo farai tu”, e cosi fu, mi mise in contatto con Enrico Ranalli, titolare della UrbanLife Records, e da li iniziò il mio cammino discografico, come producer.💪
Adesso non posso lamentarmi, ho diverse serate all’estero, altre in Italia, anche se qui è molto più difficile che all’estero, soprattutto nella mia città. Non so il perchè di questo, ma all’estero sono molto più apprezzato, non che mi dispiace, anzi ne sono onoratissimo, ma vabene così dai😜👍, non aggiungo altro, ahahahah…😂
 
 
Con chi ti piacerebbe lavorare…
Un mio sogno è Alex Nocera, un ragazzo strepitoso, bravissimo, che ho conosciuto, all’ ” Holi Color Day ” ad Atessa, uno dei piu belli Holi color che abbia mai visto per ora. Con Alex abbiamo suonato in questo festival, dove sono stato confermato per 2 anni consecutivi, un grande onore, ciò significa che ho lavorato bene, ahahaha…😂😁😉
 
 
Hai già maturato diverse esperienze internazionali ma in quale locale vorresti suonare o che ti ha emozionato di più?
Si come dicevo prima, ho avuto la fortuna di fare delle esibizioni all’estero, come Inghilterra, Spagna, Bulgaria, Russia, Albania, e cosi via. In Italia mi piacerebbe suonare al “Samsara” per il grandissimo David Cicchella, adoro tutto ciò che è Samsara e tutti i collaboratori, da Max Baccano, Marco Giorgino, Danilo Secli, Debla che come me è di Perugia, e il resto dello staff che seguo molto e con molta ammirazione…✨😉 Mi piacerebbe suonare in riviera al Pineta Milano Marittima, Cocorico, locali indiscutibili sempre al Top, e così via…🙏✨ Insomma in tutti i locali, dove gli piacerebbe vedermi, perchè le persone vanno valutate per quello che sanno fare, guardandole dal vivo, e non da ciò che postano nei vari social, o per l’età che hanno. Mi piacerebbe anche partecipare a dei festival che fanno qui in Italia, come il Kappa festival che fa techno, che è il mio amore indiscusso, ma anche altri festival dove fanno EDM / ElectroHouse, me la cavo anche li.😉
Per me non c’è stato un evento dove io ero protagonista o come si dice in gergo “Special Guest”, che mi ha emozionato più dell’altro, perchè per me è sempre una bellissima emozione essere parte di quell’evento, serata, festa paesana che sia. Per me un “live” è sempre un emozione fortissima.
Poi certo se parliamo di eventi come Live’n’Love, organizzato da Hit Mania, li l’emozione sale a 10.000, perchè ci sono artisti come Hardwell, Afrojack, Dannic, Tujamo, Ravitez, Daddy’s Groove, Promise Land, Provenzano, con il quale ho avuto l’onore di passare un bel pomeriggio insieme negli studi di m2o, e cosi via…
E’ come se mi dicessoro di suonare con Adam Bayer, Nina kraviz, Amelie Lens, Deborah de Luca, Charlotte de Witte, che fanno Techno come me, sarebbe il Top…
 
 
Oltre che DJ e Producer hai creato un programma radiofonico, se non erro?
Si, ho ideato un programma radiofonico, chiamato “IN THE CLUB”, tutto successo dopo un’intervista presso gli studi di ” GreenStage Radio “ di Foligno in provincia di Perugia, condotta da Michele Zanardi, nel suo progamma ” Zona Drop “ che è anche un grandissimo Vocalist.
Da li con il titolare della Radio, Francesco Pellovini, abbiamo deciso di dare vita ad una serie di live radio show, e da li il nome “IN THE CLUB”, che inaspettatamente ha avuto un bel successo sia in streaming radio, che live video.
 
 Il tuo “Format” è stato presentato su Canale 5?
Sì un bel giorno, arriva una chiamata da Canale 5, per presentare il format in Tv, io subito pensai ad uno scherzo, invece no, perché il giorno Venerdi 13 ottobre 2017  è stato presentato proprio su Canale 5. Che dirti Bellissimo…☺️
 
 
Come ti fa sentire tutta questa notorietà?
Ma sai io non mi sento cosi noto, anzi direi più fortunato che noto. Si sono abbastanza conosciuto, e ne sono consapevole, alle volte mi fermano per strada e chiedono gli autografi o delle foto, e mi fa un pò strano sai, perchè non mi rendo conto di tutto ciò, ahahahahah…😂 ma la semplicità che ho, il modo di fare che i miei genitori mi hanno insegnato, l’essere me stesso, con gli amici, a scuola, fuori dall’ambito musicale, è sempre bellissimo. I miei genitori mi hanno sempre detto “Fai ciò che ti piace fare, qualsiasi cosa succeda, ma fallo sempre con serietà, e umiltà, e se dovesse succedere che diventi famoso, i piedi e la testa, sempre ben piantati a terra”.
 
 
Il tuo genere “musicale” preferito, oltre alla techno?
Si adoro la Techno, e se posso suonerei sempre e solo Techno, ma me la cavo anche con Edm ed ElectroHouse, in molti casi, come le feste di paese, la DanceHall.
 
 
In futuro hai altri progetti, non so creare delle colonne sonore per film… oppure?!?
Ma guarda il futuro, avendo io 15 anni, me lo vivo giorno dopo giorno, di progetti ne ho tantissimi, bisogna solo capire quali saranno i realizzabili e quali rimarranno li chiusi in un cassetto, si vedrà, ho tanta strada da fare, tante cose da imparare, ho tanto tempo a disposizione… 
Creare colonne sonore per film, sinceramente non ho mai pensato a questo, ma sarebbe una bella sfida che accoglierei molto volentieri, se si presentasse l’occasione…👍
 

Mark Storm

 

Contatti: